Skip to content


El Quimbo – Colombia

Nome del conflitto: El Quimbo

Dove: Dipartimento di Huila, Colombia

Attori: Il progetto è promosso da Emgesa che per il 48% è controllata da Endesa/Enel. L’impresa costruttrice è l’italiana Impregilo, attualmente oggetto di indagini giudiziarie per irregolarità nell’affidamento dei lavori da parte di Emgesa. Le comunità impattate sono pescatori e contadini della regione, riuniti nell’associazione Asoquimbo.

Cosa sta accadendo: Il progetto  idroelettrico di El Quimbo si compone di una diga alta 151 metri e larga 632 metri e di un tunnel di diversione lungo 489 metri. E’ previsto che produca 400 MW.  Il bacino avrà un larghezza di 55 Km ed una lunghezza di 1.4 km e inonderà 8250 ettari di terra. Il progetto risale al 1997 ma fu bocciato dal ministro dell’ambiente di allora in quanto nessuna delle alternative presentate nello studio di impatto ambientale fu ritenuta adeguata alle caratteristiche socio-economiche e ambientali della regione.

Nel 2007 viene presentata una nuova richiesta di licenza ambientale da parte di Emgesa che viene approvata nel 2008, dopo che l’impresa ha rinegoziato al ribasso le misure di mitigazione e le compensazioni per la popolazione locale. Vi sono numerosi procedimenti ed indagini giudiziarie in corso da parte di tribunali e organi investigativi locali nonché una crescente opposizione delle istituzioni locali di fronte all’iter del progetto. La Corporación Autónoma Regional dell’Alto Magdalenda ha chiesto il blocco dei lavori e soprattutto la revoca della licenza ambientale a causa dello sversamento di sostanze inquinanti nel fiume tra il 19 e il 21 marzo scorso. Il 14 e 15 febbraio 2012 Emgesa ha sollecitato l’uso della forza pubblica contro un gruppo di manifestanti che occupava un’area tradizionale di pesca, nonostante i 30 metri dalla riva del fiume siano per costituzione inalienabili e di uso pubblico. Testimoni riferiscono che la polizia antisommossa ha utilizzato i mezzi del cantiere e dell’impresa costruttrice Impregilo contro la popolazione. Il bilancio è stato di 7 feriti, uno dei quali ha perso il suo occhio destro. Il fratello del ministro dell’interno German Vargas Lleras,  che ha autorizzato l’operazione di polizia, è un dirigente di Emgesa.

Il progetto idroelettrico El Quimbo risponde al programma economico che il governo di Juan Manuel Santos, in continuità con il suo predecessore, chiama “locomotrice mineraria-energetica”: miniere di oro e carbone, agrocombustibili, estrazione di petrolio e produzione di energia elettrica sarebbero i motori della crescita economica colombiana.

Pericoli per la popolazione: Il progetto presenta un elevato impatto ambientale, sociale ed economico nell’area di incidenza. L’inondazione di 8500 ettari provocherà i seguenti impatti negativi sulla popolazione:

  • Inondazione di più di 2000 ettari di terre fertili nei municipi di Gigante, Garzón y Agrado  e conseguente disgregazione di 8 imprese agricole in piena produttività
  • Inondazione delle vie di comunicazione che collegano le diverse comunità
  • Trasferimento di 1466 persone e perdita di 2000 posti di lavoro
  • Mancati introiti dalla produzione agricola pari a 32 milioni di pesos annui e conseguente perdita della sicurezza alimentare per circa 3000 persone. Inoltre lo sbarramento del fiume minaccia anche la sicurezza alimentare delle comunità a valle che vivono principalmente di pesca
  • Altissimo rischio sismico per l’intera zona, come dichiarato dall’Istituto colombiano di geologia.

Pericoli ambientali: 842 ettari degli 8250 che verranno inondati sono di foresta amazzonica. L’alterazione della qualità e del flusso dell’acqua provocherà la scomparsa di numerose specie. Già in questa prima fase dei lavori di costruzione l’inquinamento del fiume ha prodotto una moria consistente di pesci.  

Possibili soluzioni: Asoquimbo propone di trasformare l’area in una riserva contadina agroalimentare autogovernata dalle comunità

Posted in Schede conflitti.

Tagged with , , , , , , .


One Response

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

Continuing the Discussion

  1. Campagna Stop Enel, Sabato 29 settembre a Civitavecchia l'assemblea nazionale della rete - Re:Common linked to this post on 2012/09/25

    […] delle comunità contadine e dei popoli indigeni, come avviene nella regione Ixil in Guatemala, in Colombia e […]



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.